Main Content

Il rally chiama, Dometic risponde

Dometic CoolAir RTX in condizioni estreme l’Africa Eco Race e il Dakar Rally

Dometic CoolAir RTX

È un sistema di condizionamento in grado di affrontare le gare motoristiche fuoristrada più estreme al mondo e su cui si può fare affidamento quando più occorre. Il nostro testato CoolAir RTX è stato scelto da due team concorrenti nella categoria camion della Dakar e dell’African Eco Race. Si tratta delle due gare più difficili e impegnative in calendario.

Le corse

L’Africa Eco Race e il Rally Dakar sono due delle sfide più impegnative del calendario rallistico.

Africa Eco Race

Descritta come l’unica vera gara che anticipa il Dakar, l’Africa Eco Race torna per la sua 10ª edizione nelle prime due settimane del 2018. Il percorso lungo 6.500 km parte da Monaco e attraversa l’Africa con 5 tappe in Marocco, 6 in Mauritania, per terminare in Senegal, dove la linea del traguardo è segnata dal noto ‘Lac Rose’. Il rally africano include anche la traversata del deserto del Sahara, dove le temperature superano i 30 gradi di giorno, per crollare sotto lo zero di notte. Sono 12 tappe di piste e dune sabbiose.

Rally Dakar

Con un percorso di oltre 9.000 km in due settimana, il famoso Rally Dakar è un’avventura durissima e complessa che vede camion, auto e motociclette affrontare enormi dune di sabbia, pianure salate e montagne a temperatura che superano i 55 gradi. Sono vere maratone che mettono i partecipanti e le loro attrezzature in condizioni di estremo stress e solo le squadre e le macchine più preparate e resistenti riescono ad arrivare al traguardo intatte.

La Dakar 2018 è partita il 6 gennaio con un percorso davvero duro che vedeva i piloti attraversare il Sud America, da Lima, in Perù, passando per la Bolivia fino a raggiungere Cordoba, in Argentina. La più lunga delle 14 tappe consisteva in un percorso di 498 estenuanti chilometri, mentre altre prevedevano di attraversare infinite dune costiere, con solo un giorno di riposo. Quest’anno, dopo solo tre tappe, 43 dei 335 concorrenti partiti sono stati costretti a ritirarsi. Degli oltre 330 veicoli registrati alla partenza, solo il 55% è arrivato al traguardo.

“Avere un ambiente di lavoro e di riposo comodo nel camion è fondamentale”

In entrambi i rally il successo nella categoria camion richiede una soluzione completa, ovvero prestazioni di guida eccezionali, attrezzature di livello superiore, ottimo lavoro di squadra e capacità di manutenzione e riparazione eccellenti. Tutto deve funzionare in tandem per guidare in modo sicuro veicoli da oltre 1.000 kg su dune, fango, erba, rocce ed erg, conservando intatti tutti gli elementi strutturali e supplementari del camion. Occorre affrontare sfide tecniche, problemi personali ed eventi inaspettati e superare molti ostacoli.

Per fare in modo che mente e corpo funzionino sempre in modo efficace, è fondamentale che l’ambiente di lavoro e di riposo all’interno del camion sia confortevole. I concorrenti devono affrontare la mancanza di sonno, la stanchezza e il caldo del deserto, quindi devono potersi affidare a un sistema di condizionamento efficace che sia in grado di resistere ad ogni emozione e brivido del rally. La tregua offerta da una cabina a temperatura controllata è solo uno dei fattori vitali che consentono al team di superare le due settimane di rally.

Il nostro team

TEAM PETRONAS DE ROOY

Il team Petronas De Rooy ha presentato due piloti e due camion IVECO Powerstar per l’Africa rally. Gerard De Rooy, team leader, ha gareggiato a bordo del suo #400 IVECO Powerstar insieme al copilota di grande esperienza Moi Torrallardona e con il supporto tecnico del meccanico Darek Rodewald. Wuf Van Ginkel, con il copilota Erik Kofman e il meccanico Bert van Donkelaar hanno gareggiato sul secondo IVECO Powerstar (#403). L’olandese De Rooy ha vinto due volte il South American Dakar rally e una volta il rally in Africa. Con una grande esperienza nell’affrontare queste condizioni estreme, lui e il suo team hanno partecipato anche al SilkWay rally e alla Morocco Desert Challenge nel 2017.

Durante il Dakar Rally Kazakh Artur Ardavichus ha gareggiato con il copilota Serge Bruynkens e il meccanico Michel Huisman a bordo del suo #508 IVECO Powerstar. Nuovo pilota del team PETRONAS De Rooy IVECO, ha debuttato durante il Silk Way Rally 2017, posizionandosi al 4° posto.

Il team leader Gerard De Rooy spiega: Il rally in Sud America, in particolare, espone uomini e macchine alle condizioni più rigide che si possano immaginare. In uno spazio di appena 24 ore, le temperature possono variare da più 55 gradi al congelamento. E se le temperature esterne sono così alte, all’interno della cabina possono essere superiori anche di dieci o quindici gradi. In Africa invece ti rendi davvero conto che l’inverno sta arrivando. Di notte le temperature possono scendere di alcuni gradi sotto lo zero, mentre di giorno non è strano che superino i trenta gradi. In queste condizioni, bisogna poter fare affidamento sul climatizzatore ad uso stazionario.

Aggiunge: “Nel tratto argentino delle Ande le temperature sono soffocanti ed è impossibile guidare veloce. Se superi gli 80 km/h potresti almeno godere del vento creato dal movimento del veicolo, ma in quella tratta particolare non è proprio il caso di raggiungere tali velocità. L’aria condizionata è l’unica cosa che aiuta a far fronte alla situazione.

Scopri l’RTX

LA MIGLIORE REFRIGERAZIONE CON DOMETIC

Durante i rally nel deserto, le alte temperature esterne, che oscillano tra 40 e 50 gradi, si traducono in condizioni ancora più calde all’interno della cabina del camion e diventano roventi con il caldo del motore. Le tre persone all’interno del camion hanno bisogno di un ambiente relativamente refrigerato, quando possibile, per mantenere alta la concentrazione.

Per garantire una sufficiente refrigerazione all’interno del veicolo, De Rooy ha scelto di installare i condizionatori Dometic RTX 2000 nella cabina dei suoi camion da rally IVECO. Ha montato anche un frigorifero portatile Dometic nel suo grande camper, dove 12 membri del suo team trascorrono la notte.

“Utilizzando i prodotti Dometic ormai da tanti anni, quando è uscita la serie RTX sapevamo già che faceva per noi” ha affermato De Rooy.

Facile da montare nell’oblò o nel finestrino del camion grazie agli adattatori specifici per vari veicoli, il modello Dometic RTX 2000 da 2000 W, 24V funziona in modo silenzioso ed efficiente fino a 6 ore e comprende un compressore con inverter a velocità variabile per assicurare prestazioni potenziate. Con vantaggi simili, Dometic RTX 1000 assicura una durata di esercizio più lunga, pari a 12 ore, per i lunghi viaggi in climi più moderati.

Pensati per tutti i guidatori e operatori di camion, i modelli RTX 2000 e RTX 1000 mantengono il fresco nella cabina senza la necessità di far girare il motore per ore, consentendo di risparmiare sul carburante e di ridurre l’impatto sull’ambiente.

Lavoro in team

“L’equipaggiamento Dometic ha svolto un ruolo fondamentale nei successi del 2018 mantenendo le temperature basse per i tre piloti in cabina”

Dopo essere stato in testa per tutto il rally, De Rooy ha vinto l’Africa Eco Race nella categoria camion dimostrando la sua superiorità sia nelle veloci tratte rocciose che sulle dune di sabbia incredibilmente morbida. Il team si è guadagnato anche il 4° e l’8° posto nel Dakar.

Non ha dubbi che l’affidabile equipaggiamento Dometic abbia svolto un ruolo fondamentale nei successi del 2018, mantenendo le temperature basse per i tre piloti in cabina. Le tre aperture per l’ingresso dell’aria refrigerata sono state poste a circa trenta centimetri di distanza da dove sedevano gli occupanti. Portate al loro limite massimo durante il rally di Dakar, le macchine Dometic RTX sono sigillate ermeticamente e non richiedono alcuna manutenzione.

Contatta il nostro rivenditore

Se siete interessati al Dometic CoolAir RTX per il vostro veicolo, contattate il rivenditore più vicino.

Trova un rivenditore